Svolta nell’esercito Usa: anche le donne potranno combattere in prima linea

Contente loro…a noi non sembra una gran conquista!! Che ne pensate?

Dal Corriere della Sera.itImage

Il segretario della Difesa Usa Leon Panetta ha deciso di cancellare il divieto per le donne di combattere in prima linea. La scelta aumenterà di colpo la consistenza delle truppe Usa disponibili. Le donne inoltre potranno avere anche ruoli di comando durante le operazioni, dopo però più di dieci anni di servizio in guerra. Lo riferiscono i media americani, citando una fonte vicina al capo del Pentagono.

NAVY SEALS – L’annuncio ufficiale da parte di Panetta non è atteso prima di giovedì. La mossa rivoluzionaria, se confermata, modificherà la regola adottata nel 1994 che vietava alle donne di essere impiegate in unità di combattimento sul terreno e che ora potrebbero entrare anche nelle forze speciali, come i Navy Seals. La decisione di Panetta dà tempo alle autorità militari fino al gennaio 2016 per evidenziare possibili eccezioni per cui alcune posizioni dovrebbero restare precluse alle donne. Attualmente, su un totale di 1,1 milioni di militari americani attivi, il 14% è formato da donne.

CNN – La svolta arriverà per gradi. «Ci vorrà un po’ di tempo, in alcuni casi, per elaborare meccanismi adeguati. Prevediamo che alcuni incarichi verranno resi disponibili subito, mentre altri, come quelli nelle forze speciali, potrebbero richiedere più tempo», ha affermato una alto funzionario della difesa, citato in forma anonima dalla Cnn. Da anni le donne soldato stavano facendo pressione per ottenere la possibilità di essere schierate in prima linea. Le regole militari attualmente in vigore non permettono alle donne di servire nelle unità di combattimento di terra, come la fanteria, l’artiglieria, o nelle operazioni speciali di commando. Tuttavia, nei recenti conflitti senza un ben definito fronte di guerra, le donne assegnate a ruoli di sostegno si sono spesso trovate in combattimento, come in Iraq e Afghanistan, dove 800 donne soldato sono rimaste ferite e 130 sono morte. SUCCESSORE – Per poter combattere in prima linea nei campi di battaglia, quattro soldatesse Usa sono arrivate di recente ad ingaggiare battaglia nelle anche aule di tribunale contro il Pentagono e il segretario alla difesa Leon Panetta. E per farlo, hanno scelto come alleato la American Civil Liberties Union (Aclu), secondo cui la carriera delle quattro donne nelle forze armate, così come quella di molte altre, viene di fatto impedita, visto che non vengono loro consentiti gli stessi passaggi che invece possono fare i loro colleghi di sesso maschile. Cosa che ora, seppur gradualmente, non potrà più succedere, grazie alla decisione che domani sarà annunciata da Panetta, che entro la metà di febbraio lascerà il Pentagono. Non è chiara la posizione in merito del suo successore, Chuck Hagel, la cui nomina dovrebbe essere confermata dal Congresso il 31 gennaio, ma secondo la Cnn, è già stato informato e non risulta che abbia sollevato obiezioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: