Le donne moderne al centro del Festival dei Lidi Nord

Il sito ravenna24ore.it ci informa della prima edizione del Festival dei Lidi Nord di Ravenna con tema centrale la narrazione delle donne di oggi. Riportiamo con piacere il programma del festival.

Venerdì prossimo, 13 luglio alle ore 17 , si inaugura la prima edizione del Festival dei Lidi Nord di Ravenna, Porto Corsini, Marina Romea, Casal Borsetti, che nasce dal progetto di Laura Montanari e di Marina Magnani, affiancate da Giovanna Piaia, assessora alle Politiche e cultura di genere del Comune di Ravenna, e dalla sinergia di tre Pro Loco.
“Il tema centrale – spiegano le organizzatrici – è la narrazione delle donne di oggi, che navigano nel mare inquieto della vita presente e tra le minacce del futuro, con la consapevolezza di non smarrire la rotta, con la volontà di tendere a  nuovi orizzonti, aperte al cambiamento, confidando nelle proprie idee, competenze, energie, passioni. Non a caso è la polena, anima delle navi a vela, l’immagine emblematica del Festival. Un programma denso, in cinque giornate, in cui le parole delle donne del nostro territorio  e di donne di fama nazionale si intrecciano alle parole degli uomini, al linguaggio della letteratura, della musica, dell’arte, della danza, offre alle donne e agli uomini opportunità di intrattenimento piacevole, intelligente, non banale, in un contesto ambientale che profuma d’estate e di natura (il mare, la spiaggia, la pineta e la valle sono la scenografia naturale di molti appuntamenti)”.
Laboratori di approfondimento della conoscenza di sé, di sviluppo della creatività e uno spazio aperto alle performances dei giovani e giovanissimi  assicurano relax, ma anche vivacità e divertimento. Il Festival rivolge l’invito a quanti vorranno inserire nel palinsesto abituale della vita di spiaggia qualche “fuori programma”, pedalando sportivamente fra i tre Lidi.

Questo il programma della prima giornata, venerdì 13 luglio

Alle 17.00,  inaugurazione del festival a Marina Romea, nell’area verde di Piazza Italia (se maltempo al Bagno Malaika, 46 ), con gli  interventi di Giovanna Piaia, Assessora alle Politiche e cultura di genere, della  Dott.ssa Maria Grazia Marini, Dirigente Comitato per la candidatura di Ravenna Capitale europea della cultura 2019, di Marina Magnani, come rappresentante femminile delle tre Pro Loco, e di Laura Montanari. Segue la presentazione dei LABORATORI, per adulti e adolescenti, a cura delle conduttrici. Alle 18.15 circa, una pièce teatrale, LE DEE DENTRO LA DONNA, di e con Loretta Corbara, Adriana Corbelli, Daniela Denti, Patrizia Guerrin, Rita Minguzzi. Regia Teatro del Labirinto . Il pomeriggio si conclude con un  aperitivo offerto da “Cucina Retrò”. Alla sera, da non perdere l’appuntamento con la “madrina” del Festival, Rita Anna Armeni. A Marina Romea, al Bagno Sirenetta, 38, la giornalista e conduttrice televisiva inaugura la rassegna delle “donne in primo piano”. Alle ore 20, cena su prenotazione al Bagno. Alle 21.30 (ingresso libero) intervista della  giornalista ravennate Carla Baroncelli a Rita Anna Armeni, autrice del libro “Parola di donna”, ed. Rizzoli 2011.

Sabato 14 luglio il Festival parte all’alba (5.45), sulla spiaggia di Casal Borsetti, con le Putte di Vivaldi in concerto, al Bagno Molo. E partono anche i Laboratori, distribuiti tra i Lidi (aperte le iscrizioni): il primo per gli adulti è “La scoperta dei talenti” nella sede della Pro loco di Casal Borsetti (il 14 e il 15 dalle 9.30 alle 13) condotto dalle psicoterapeute G. Tisselli e L.Ballanti. Per i giovani, a Porto Corsini (Bagno Tarifa, ore 15.30), inizia sotto la guida delle psicologhe A. Di Matteo e F. Corbino “Palcoscenico di emozioni”, un sociodramma che crea un gioco psicologico e teatrale attorno a un libro, e “Re-cuperiamo”  un laboratorio di riuso creativo e sartoria emotiva, al Camping Villaggio del sole (ore16.30). Ancora per i giovani, una performance di nuoto pinnato delle atlete della Società Blu Atlantis, presso il Bagno Adria di Casal Borsetti (15.30). Nel pomeriggio dalle 17 alle 20, si aprono i “salotti di conversazione” tra donne, accomunate da interessi, passioni, attività, e a seguire, dopo brevi intermezzi, i “dialoghi fra generi”, in cui donne e uomini si confrontano. In chiusura, aperitivi offerti. Gli incontri di pensieri e parole, condotti da giornaliste, sono in contemporanea tra due Lidi, ma su temi diversificati. Tale format si riproporrà tutti i pomeriggi del Festival. Il primo tema a Marina Romea (area verde di piazza Italia ) è letterario (la lettura e la scrittura), proposto in maniera interattiva da Silvia Golfera e dalla giornalista Federica Ferruzzi, e vede in salotto lettrici, scrittrici, editori (Fernandel, Voras), mentre a Casal Borsetti ( Anfiteatro presso Porto Reno) si parla in salotto del rapporto tra donne e ambiente, e dialoga su Ambiente, risorse e cura, Fulvia Bandoli con Andrea Quadrifoglio, presidente Cooperativa Atlantide.
La prima giornata si chiude a Marina Romea: Piazza Torino, per lo “spazio-giovani” del Festival, ospita fin dalle ore 18 la “vetrina della creatività”, ovvero un atelièr all’aperto di giovani artiste e studentesse del Liceo Nervi-Severini (ospite d’onore la prof.ssa Isotta Fiorentini Roncuzzi, presentata da Marcello Landi). Alle 21.30, nell’area verde di Piazza Italia, la Compagnia Piccolo Teatro Città di Ravenna, per la regìa di Alessandro Braga, presenta “Regine di cuori e Re di picche”, una pièce di registro brillante sulle relazioni tra generazioni e tra generi.

Domenica 15 luglio, propone alle 9.30 come “laboratorio sul campo” (La natura ti aspetta) un’escursione in barca nella pialassa Baiona a partire da Porto Corsini, con Gianna Lugaresi come guida. Un appuntamento insolito e ammaliante è alle ore 11, sulla spiaggia antistante il Boca Barranca di Marina Romea: Barbara Zanoni sarà Melusine, una sirena in spiaggia, in una performance di danza e canto. I giovani possono partecipare a Casal Borsetti (Bagno Molo ore 15.30)al “Palcoscenico di emozioni”, sociodramma alla seconda puntata, o ritrovarsi al Camping Villaggio del Sole (ore 16.30) per il laboratorio “Re-cuperiamo”, con Stefania Pelloni. La musica e il mare sono i temi del giorno trattati nei “salotti” e nei “dialoghi tra generi”. A Marina Romea, dalle ore 17 alle ore 20, si ascolta un “concerto di parole” al Bar Gelateria Le Pleiadi: musiciste e cantanti di fama (J.Ballarini, E.Nanni, G.Manicardi, B.Mazzolani) parlano della personale scelta artistica e quindi   dialogano con musicisti (O.Conti, G. Amadei, M.Salerno, W.Gruber, M.Vergimigli, A.Tumiatti), con la regia di Annalisa Gardella. Il concerto al tramonto nell’area prevalliva di viale Ferrara (19.15) propone la musicalità del Trio jazz Harlem Footwomen.  A Porto Corsini, l’Adriatico Wind Club, con vista a mare, ospita il salotto delle donne che hanno a che fare col mare (dalla nuotatrice all’avvistatrice marina) e il dialogo tra l’Equipaggio “in rosa” del Battello Daphne (dirigente Dott.ssa Carla Ferrari) e Claudio di Massimo, Comandante della Guardia finanza, Sezione Navale). Ancora a Porto Corsini, nella medesima location, dalle 21, a tenere la scena come “donna in primo piano” è Lucia Vasini, attrice di cinema e di teatro, che dopo l’intervista condotta dalla giornalista Vania Rivalta, richiama il pubblico con “Facciamo spettacolo”. I giovani hanno modo di trascorrere, a Casal Borsetti,dalle ore 21, una serata animata e divertente con “Street Art Meeting”, a cura di Deviazioni-Villaggio globale, Cisim, Accademia Cecchetti, Shine, Ravenna Parkour and friends.

Lunedì 16 luglio. si getta un ponte di musica, tra un lido e l’altro, tra l’alba e la notte. Un concerto all’alba (5.45) al Bagno Adria di Casal Borsetti, con Erica e Stefania Fassetta (pianoforte e violino) e  un prestigioso concerto notturno (ore 21.30) al Terminal Crociere di Porto Corsini: Le donne nella lirica (Paola Cigna soprano, Daniela Pini mezzosoprano, Giulia Manicardi direttore)-Ensemble Orchestra Dante Alighieri di Ravenna. La giornata si caratterizza fin dal mattino, con l’avvio (ore 10.30) di nuovi laboratori per adulti: a Marina Romea, Hotel La Meridiana, Trame antiche e nuovi intrecci (narrazione e scrittura di sé) con la psicologa A.Marinoni; a Porto Corsini, sede Pro loco, La parola scritta si fa voce (lettura teatrale) con Francesca Mazzoni; a Casal Borsetti, Anfiteatro- Porto Reno, Color del mare (creazione artistica)con Loretta Merenda; da Marina Romea (Baretto Lamone), La natura ti aspetta (escursione a piedi lungo costa fino a Casal Borsetti)con Gianna Lugaresi. Il laboratorio “Palcoscenico di emozioni”, sociodramma in gruppo, invita per la terza e ultima volta i giovani a Marina Romea (ore 15.30- Bagno Haway Beach). I temi all’ordine del giorno nei “salotti” (ore 17) e nei “dialoghi tra generi”(ore 18.30) sono la poesia, a Marina Romea (area verde di Piazza Italia) e l’arte, a Casal Borsetti (area Anfiteatro- Porto Reno). La poesia salva la vita? se lo chiedono le donne-poetesse in salotto, sollecitate dalla giornalista Silvia Manzani, e dopo uno stacco musicale si invita all’ascolto di poesie sulla donna, selezionate e commentate da Livia Santini e Luciano Benini Sforza, per le voci di Laura Fenati ed Eliseo Dalla Vecchia. A Casal Borsetti, raccontano di sé donne che si esprimono artisticamente con vari linguaggi (R. Berardi, M.Busi De Logu, D.Gaetta e altre), per passione o per lavoro, riscattandosi da un passato di silenzio. E’ questo lo spunto del dialogo tra Maria Rita Bentini, docente dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e Claudio Spadoni, direttore del Mar di Ravenna. Evento d’eccezione del Festival è un “Otto e mezzo” speciale, da non perdere, a Casal Borsetti (20.30, Anfiteatro di Porto Reno): due donne in primo piano, Lilli Gruber e Serena Dandini, dialogano tra di loro, con accompagnamento musicale di Winfried Gruber e Lele Marchitelli. Una cena al ristorante La Capannina (su prenotazione) consente di proseguire l’incontro ravvicinato con le due “personagge”.

Martedì 17 propone al mattino (ore 9.30) l’ultimo dei tre “laboratori sul campo”, escursioni alla scoperta del territorio, guidate da Gianna Lugaresi, con una pedalata da Casal Borsetti verso la pineta di s. Vitale. Lo sguardo della giornata volge alle “terre d’ oltremare”, dal Lido di Porto Corsini, ponendo l’attenzione sulle donne dei Paesi arabi, dell’Africa, dell’India, che vivono situazioni di diritti negati o limitati e che pure si impegnano in progetti di emancipazione e di sviluppo. A partire dalla conversazione di Anna Spinelli sulla letteratura araba, che si tiene presso il Bagno Mara (ore 17), si promuovono in lettura recenti opere di scrittrici d’oltremare, “tra narrativa e testimonianza”, per approfondire conoscenze, per affinare sensibilità. Sulla concreta realtà socioeconomica e sui progetti in corso in India e in Madagascar
(ore 18.30), si raccolgono testimonianze dirette da Annabella Galletti e Gabriella Fresa (dell’Associazione Amici delle missionarie dell’Immacolata) e da Andrea Guerrini (operatore della Cooperativa Villaggio globale). Coordinatrici delle due fasi del pomeriggio, Osiride Guerrini e Caterina Lacchini. Nell’area circostante il Bagno Mara, sono allestiti stand con prodotti e progetti di commercio equo e solidale, e dalle ore 20 si gustano i menù delle cuoche Sasi e Samira : colori sapori aromi della cucina indiana e tunisina (menù completo € 15. consigliabile la prenotazione in Pro loco). A coronamento dello sguardo verso orizzonti lontani, la serata (ore 21.30) si conclude con una performance di danza orientale, di matrice egiziana, a cura dell’Associazione Nefertari’s Dance. A Marina Romea invece, dalle ore 21.30, presso il Bagno Aloha Beach, ci si confronta con la realtà italiana, con il mondo femminile attuale: una  “donna in primo piano” come Lella Costa, scrittrice e attrice, dalla verve e intelligenza che l’hanno resa famosa, è intervistata dalla giornalista Anna De Lutiis e presenta il libro “La sindrome di Gertrude. Quasi un’autobiografia” (ore 20, cena a buffet presso il Bagno, su prenotazione). La giornata non dimentica i giovani: a Marina Romea (area verde di Piazza Italia-ore 17), “Festainsieme” invita i ragazzi dei tre Lidi che amano leggere, a conoscersi, a ritrovarsi, a curiosare attorno alla bancarella di letteratura giovanile, ad incontrare Maria Silvia Avanzato, autrice del libro“L’età dei lupi” ed.Voras, messo in gioco nei laboratori. E in serata, ore 21.30  in piazza Marradi a Casal Borsetti concerto di giovani per i giovani: contaminazioni tra musica anni Quaranta e jazz proposte da “Quaranta Quartet” (L. Ragazzini saxofoni e flauti, N.Bassetti violino e viola, G.Costa violoncello, C. Falconi, pianoforte).

Il pomeriggio di Mercoledì 18 luglio sigilla con sorprese la chiusura del Festival dei Lidi Nord, proponendo alle ore 18 un ultimo “dialogo tra generi”(Anfiteatro-Porto Reno) sul tema della bellezza e salute, un binomio a cui la donna presta particolare attenzione. A parlarne sono la dott.ssa Riccarda Serri, dermatologa, coautrice del libro” Cambio pelle” ed. Sperling&Kupfer,  e il dott. Umberto Borellini, docente di cosmetologia, coordinati da Paola Rossi Balella. Alle 19, appuntamento imperdibile nello scenario della spiaggia libera presso il Bagno Mercurio di Marina Romea, per assistere ad un evento di raffinata qualità artistica, “Giuliana Anicia è qui?”, ideato da Mariella Busi De Logu e realizzato con la collaborazione di donne e uomini di diverse competenze. In serata, a Porto Corsini (ore 21, giardino della Pro loco), donne lettrici raccontano del loro “libro del cuore”, mettendosi a prova con la lettura teatrale, a conclusione del Laboratorio “La parola scritta si fa voce” condotto da Francesca Mazzoni, attrice. Si tiene a Marina Romea, alle ore 21(area verde di Piazza Italia) la conclusione ufficiale del Festival, realizzato grazie a coinvolgimento di tante e tante donne del territorio, spesso con impegno di volontariato, e che perciò a buon diritto può chiamarsi “un’impresa da donna”. Dopo “Parole sul Festival”, commenti, osservazioni, valutazioni dell’Organizzazione e di quanti vorranno intervenire, inevitabile dunque dare la parola alla responsabile provinciale C.N.A Impresa Donna, Dott.ssa Daniela Toschi, che presenta due “donne in primo piano” della realtà ravennate, Marianna Panebarco (Presidente Giovani Imprenditori CNA di Ravenna) e Maria Grazia Marini (Dirigente del settore Turismo e cultura del Comune di Ravenna). Il “Diversity Management” è il tema del loro conversare, cui seguirà, come segno di buon augurio, un “brindisi insieme”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: